Come attivare l'espansore rapido

In questo breve video puoi ripassare come attivare l'espansore rapido palatale

RICORDA 

Durante i primi giorni può essere difficile mangiare e parlare.

Può comparire dolore alla bocca, ai denti, al naso e anche mal di testa; se il dolore risulta particolarmente forte, si può assumere un analgesico (paracetamolo – tachipirina). E’ possibile anche che aumenti molto la salivazione, ma è un fatto transitorio che si risolvere spontaneamente in poche ore.

In circa due settimane può compare uno spazio tra i denti anteriori. Significa che l’espansione sta avvenendo correttamente, e lo spazio si richiuderà in modo spontaneo dopo qualche settimana.

Se vicino alle bande compaiono lesioni alla gengiva e alla mucosa, si può utilizzare la cera ortodontica da posizionare sulle bande, oppure prodotti come Alovex o Buccagel da applicare sulla zona dolente.

E’ importantissimo mantenere una scrupolosa igiene. I denti e l’espansore devono essere lavati dopo ogni pasto per eliminare i residui di cibo che possono rimanere attaccati: è di solito sufficiente ruotare lo spazzolino con le setole verso l’alto e pulire la volta palatina dove è alloggiato l’espansore. Per i filamenti di grasso (es. carne, prosciutto..) può essere utile una comune pinzetta pulita, mentre per la detersione della zona tra palato e resina dell’apparecchio è consigliabile un colluttorio 1 volta al giorno (Oral B Fluorinse, Elmex, Mentadent).

Come si cura una carie